La Giostra del Saracino 2019

AREZZO
22 Giugno e 01 Settembre 2019

Due volte l’anno Arezzo ci fa fare un viaggio nel tempo: le sue strade e le sue piazze si riempiono di abiti medievali, vessilli, musica tipica dei tornei cavallereschi e cortei.
Nei due mesi migliori per visitare la Toscana, Giugno e Settembre, la città si veste infatti da Dama di corte ed ospita uno degli eventi più suggestivi d’Italia: La Giostra del Saracino.

Gli aretini, che animano i quattro quartieri della città - Porta Crucifera, Porta del Foro, Porta Sant’Andrea e Porta Santo Spirito – ci regalano due giornate cariche di fascino ed emozioni e per qualche ora ci fanno tornare in un lontano ma vivido Medioevo.

Il gioco, nato tra il Cinquecento ed il Seicento, consiste in una competizione a cavallo che si tiene in Piazza Grande. Ogni quartiere viene rappresentato da due Cavalieri che hanno l’obiettivo di colpire lo scudo del cosidetto “Buratto”, un fantoccio che rappresenta il Re delle Indie. Il fantoccio una volta colpito rotea su se stesso e aziona il mazzafrusto e che può a sua volta colpire il cavaliere! Chi realizza il maggior numero di stoccate e subisce il minor numero di penalità, vince.
In palio c’è una “Lancia d’oro”, ovvero una lancia in legno su cui sono incise scene o personaggi storici, decorata con foglie dorate e pietre preziose: un pezzo unico nel suo genere.

I cittadini attendono tutto l’anno le due feste, attraverso le quali mantengono in vita tradizioni secolari e permettono agli spettatori di fare un tuffo nel passato.

La Giostra del Saracino è un evento unico e di grande particolarità che vi travolgerà con la sua atmosfera medievale!

Benvenuto!

Ti ringraziamo per aver scelto il servizio Booking di Evento Italiano.
Tramite questo form potrai inviare il tuo modulo di richiesta per la Giostra del Saracino 2019.

Se invece non hai simpatia per i form e i moduli, puoi contattarci per telefono o e-mail ai recapiti che trovi nella pagina contatti.

Buon proseguimento.

* i campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.